Il contesto territoriale della provincia di Treviso conosce dinamiche sociali e produttive in continua evoluzione, determinate dai processi di integrazione, dalle esigenze di innovazione e qualificazione delle strutture economiche, dal modificarsi del quadro demografico, dalla necessità di ridefinire le priorità in ambiti come l’ambiente e il territorio. Tale situazione è resa ancora più complessa sia per la velocità delle dinamiche evolutive che la caratterizzano, sia per il venir meno di punti di riferimento consolidati nel campo etico, economico, sociale e politico. Tutto questo pone una sfida permanente alle istituzioni, alle associazioni di rappresentanza, al volontariato, volte prima di tutto a conoscere le nuove problematiche e poi a progettare le conseguenti soluzioni.

Alla luce di queste premesse, è nata l’esigenza di realizzare percorsi di formazione socio-politica, quale iniziativa condivisa di diversi soggetti sociali del territorio, ciascuno dei quali opera in contesti e con compiti specifici. Nel 2005 si è costituita la Scuola di Formazione Sociale e Politica che oggi vede la collaborazione tra:

ACLI Treviso, Assindustria Venetocentro, Associazione Comuni della Marca Trevigiana, CIA Treviso, CGIL Treviso, CISL Belluno Treviso, CNA Treviso, Confagricoltura Treviso, Confartigianato Imprese Marca Trevigiana, Confcooperative Belluno e Treviso, Confesercenti Treviso, EBicom Ente Bilaterale territoriale della provincia di Treviso, Federmanager Treviso Belluno, Forum delle Associazioni Familiari della provincia di Treviso, Pastorale Sociale e del lavoro Diocesi di Treviso, UCID Unione Cristiana Imprenditori Dirigenti, Unascom Confcommercio Treviso e Volontarinsieme CSV Treviso.

Per rendere più strutturato ed efficace tale percorso, nel 2011 i partner hanno deciso di creare l’Associazione “Partecipare il Presente” con l’impegno di favorire la crescita culturale nel territorio, attraverso approfondimenti sui valori di riferimento e sull’etica del lavoro e dell’economia, e di contribuire allo sviluppo competitivo dei sistemi locali favorendo sinergie e reti fra soggetti economici, sociali e istituzionali.

La Scuola di Formazione Sociale e Politica, quindi, elabora e gestisce direttamente proprie azioni formative anche in collaborazione con il sistema universitario, con gli istituti scolastici e con le agenzie formative presenti nel territorio.
Quest’attività si traduce nell’organizzazione di seminari e incontri formativi, convegni, ricerche, che possano servire all’approfondimento di temi centrali negli ambiti dell’economia e della finanza, dei sistemi locali (reti, marketing territoriale, logistica), in ambito sociologico, economico e del lavoro, dello sviluppo del territorio, della difesa e valorizzazione dell’ambiente, dell’etica e dello sviluppo del valore della persona. I percorsi di formazione all’impegno sociale e politico si sviluppano in conformità con i principi della Costituzione Italiana, affermando la propria indipendenza da ideologie e dai partiti politici.