CICLO L’EUROPA DEI POPOLI
Fabio Poles – Socio Fondatore e Consigliere di Amministrazione della Scuola di Economia Civile

Venerdì 23 maggio 2014

L’economia di mercato è un’invenzione italiana, non un’invenzione degli inglesi”

S. Zamagni

Auditorium della Biblioteca Comunale di Montebelluna – Treviso

L’economia di territorio così come l’abbiamo conosciuta nei decenni passati, nella provincia di Treviso e in molte altre parti d’Italia, ha visto il benessere della popolazione quale primo indicatore di sviluppo, prima ancora della mera ricchezza economica prodotta.

Nel Nord Est abbiamo assistito, pur nell’inconsapevolezza dei suoi attori, ad un “incivilimento” nel quale lo sviluppo economico si è retto sul lavoro delle persone, ha incluso e non escluso, si è poggiato sulle virtù civili, producendo una sostanziale distribuzione di benefici e ricchezza.

La cosiddetta economia civile, centrata sulla reciprocità, sul bene comune e sulla persona, si è sostanziata in vari connotati del cosiddetto “miracolo economico” del Nord Est. Una storia alla quale guardare, per tentare di ritrovare efficienza ed equità.

Ti potrebbe piacere anche